COME RICHIEDERE
UNA VALUTAZIONE E
OTTENERE CREDITO
IN TRE PASSI:

1.

fissa un appuntamento
con uno dei nostri periti.

APPROFONDISCI

Una volta scelto il bene o i beni da dare in pegno ed esserti informato sulle principali caratteristiche del prodotto, chiedi una valutazione preliminare o prenota un appuntamento nella fascia oraria che ti è più comoda e attraverso il canale che preferisci.

PER PRENOTARE

A Milano
Chiama il numero 02 802 806 00,
da lunedì al venerdì, dalle ore 8.15 alle 14.15 e dalle 15.15 alle 16.15.

A Roma
Chiama il numero 02 802 806 50,
da lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 14.30 e dalle 15.30 alle 16.30.

A Pisa
Chiama il numero 02 802 806 00,
da lunedì al venerdì, dalle ore 8.15 alle 14.15 e dalle 15.15 alle 16.15.

Oppure scrivi una e-mail a prenota@prontopegno.it,
indicando i tuoi dati e il bene che vorresti impegnare.
Ricorda di inserire anche un recapito telefonico.

Oppure compila il modulo di seguito,
e prenota il tuo appuntamento, inserendo tutti i dati richiesti.

(*) Campo Obbligatorio

Cliccando sul pulsante INVIA, i dati personali da te forniti saranno acquisiti da Banca Sistema S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, mediante strumenti manuali e telematici, per riscontrare la richiesta di contatto. Per visionare l'informativa completa clicca qui.

Ricorda che, per avvantaggiarti e risparmiare tempo, contestualmente alla prenotazione, potrai chiedere anche una valutazione preliminare del bene.

PER UNA VALUTAZIONE
PRELIMINARE

Scrivi una e-mail a perizia@prontopegno.it,
indicando i tuoi dati e il bene che vorresti impegnare.

Oppure compila il modulo di seguito,
inserendo tutti i dati richiesti, e allega la documentazione
fotografica in tuo possesso.

Allega il File
È possibile caricare file con estensione
png, jpeg, gif.
La dimensione massima dei file è di 4 MByte

ATTENZIONE: la Banca effettua una perizia preliminare del bene oggetto di pegno basata sulle informazioni e sulla documentazione fotografica fornite dal richiedente. Il richiedente pertanto prende atto che la perizia preliminare non costituisce una "stima" ai sensi della normativa sul credito su pegno e ha il solo scopo di dare una preliminare non vincolante valutazione del bene. La Banca, pertanto, non assume alcun impegno circa la perizia preliminare e la concessione del prestito. La Banca effettuerà la perizia necessaria per la concessione del prestito solo in occasione della presentazione fisica del bene oggetto di pegno al perito della Banca. Per le condizioni economiche e contrattuali e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento al Foglio Informativo Credito su Pegno.

Cliccando sul pulsante INVIA, i dati personali da te forniti saranno acquisiti da Banca Sistema S.p.A. che li tratterà, in qualità di Titolare, mediante strumenti manuali e telematici, per riscontrare la richiesta di contatto. Per visionare l'informativa completa clicca qui.

2.

richiedi una perizia

APPROFONDISCI

Il giorno dell'appuntamento, ricorda di portare con te:

  • un documento di identità in corso di validità
  • il codice fiscale
  • l'oggetto o gli oggetti da impegnare

Un perito estimatore avrà cura di procedere alla perizia a fronte della quale, se rispondente alle tue aspettative, sarà stipulata la concessione del finanziamento.

3.

ritira il denaro

APPROFONDISCI

Conclusa la valutazione del perito, la Banca emette un documento al portatore (polizza), che consente, una volta consegnato il bene, di ritirare la somma di denaro concordata e poi, alla scadenza del finanziamento (che può essere di 3, 6 o 12 mesi), di ritirare il bene stesso.

RICORDA

Allo scadere del finanziamento, il portatore della polizza potrà riscattare il bene in pegno, restituendo la somma ricevuta in finanziamento, le spese e gli interessi dovuti per il periodo. Allo stesso modo potrà scegliere se riscattare anticipatamente il bene in pegno o, se consentito dalla Banca, rinnovare il prestito per un ulteriore periodo. Per tutti i dettagli, leggere il Foglio Informativo e il Regolamento.

In caso di mancato riscatto o rinnovo, e trascorsi almeno trenta giorni dalla data di scadenza del prestito, la Banca potrà vendere in asta pubblica il bene o i beni in pegno.